QUOTA 100 E REDDITO CITTADINANZA, I PROCIDANI DOVRANNO SUDARE


27

DI MENICO SCALA

Anche sulla nostra isola, a dispetto di quanto si possa generalmente pensare, non saranno pochi quelli che, dal mese di aprile 2019, potranno usufruire delle nuove norme, sia per quanto riguarda il reddito di cittadinanza che della quota cento per le pensioni. Questi cittadini, per poter accedere a quanto previsto da una legge italiana, dovranno recarsi, probabilmente, non una volta sola presso il Centro per l’impiego sia presso gli sportelli dell’INPS. Ed è qui che, purtroppo, come si sul dire, casca l’asino in quanto l’isola di Procida è sprovvista di entrambi e, quindi, i cittadini interessati dovranno recarsi ad Arco Felice o ad Ischia e, ai soliti problemi chi collegamenti, terrestri e marittimi, si aggiungerà il fatto che non potendo giungere sul posto a mattinata ben avanzata sarà estremamente complesso poter accedere agli uffici, considerato che, già oggi, i numeri disponibili per l’ingresso si esauriscono ben prima che sorga il sole.

Pertanto, senza alcuna polemica ed in epoca non sospetta, sollecitiamo l’Amministrazione Comunale, ma anche le associazioni di categoria dell’impresa e del commercio e le associazioni che operano nel campo della difesa dei diritti dei cittadini, a promuovere azioni presso gli organi competenti affinché anche sull’isola di Procida possano essere operativi, anche per uno/due giorni a settimana, sportelli di primaria importanza quali Centro per l’impiego ed INPS, in modo tale che i cittadini di Procida non siano considerati come i soliti cittadini di serie Z.

CONSIGLIERE COMUNALE GRUPPO “PER PROCIDA”