SACCHETTO SELVAGGIO A BARANO, DI SCALA: “NECESSARIA LA RACCOLTA DOMICILIARE”


64

Interviene anche l’onorevole Maria Grazia Di Scala nel dibattito sul problema-rifiuti a Barano: «Ho sempre dissentito dal sistema di raccolta dei rifiuti nel comune di Barano. Praticamente hanno tolto i cassonetti per il conferimento, e li hanno muniti di quattro ruote, piazzandoli ai punti di stazionamento a volte per ore e ore. Capisco la regolamentazione necessaria, ma non comprendo l’ostinato rifiuto ad effettuare la raccolta domiciliare, sicuramente più comoda per i cittadini».  Nonostante la recente decisione da parte dell’amministrazione di Barano di sperimentare il sistema di videosorveglianza ambientale per tentare di arginare l’abbandono selvaggio dei sacchetti dell’immondizia fuori orario, il deposito abusivo continua, disegnando, ogni mattina, una terribile cartolina di degrado a cui ormai i residenti che popolano il territorio di Barano hanno fatto il callo.

Per i turisti che pure iniziano a vedersi a Ischia, lo spettacolo che si presenta dinanzi agli occhi non è dei migliori, altro che località turistica, Barano in certe ore della giornata somiglia alla più degradate delle periferie disseminate sulla terraferma.

«L’ottimo personale della Barano Multiservizi (appunto, multi…), composto perlopiù di giovani gentili e capaci lavoratori, potrebbe essere utilizzato per svolgere utilmente per il comune altri “servizi”, che il da fare non manca mai. Penso che gli stessi dipendenti della partecipata si annoino a restare ore ed ore seduti nei camion, magari dovendo pure subire pensieri e parole non proprio lusinghieri da parte di chi conferisce. Non è mortificante – conclude la Di Scala – per ogni tipo di professionalità una cosa del genere?» intanto, per arginare l’abbandono di rifiuti in strada il comune è corso ai ripari con le telecamere in cerca di chi abbandona in maniera seriale i rifiuti.

Il sistema di videosorveglianza è partito lunedì 21 gennaio. “Si tratta di uno strumento che ci aiuterà a reprimere il fenomeno dell’abbandono incontrollato di rifiuti sul territorio comunale – fanno sapere dal Comune”: A Barano la raccolta il conferimento dei rifiuti è consentito esclusivamente negli orari e nei punti di stazionamento degli automezzi e va fatto direttamente all’Operatore. Non è assolutamente concesso abbandonare il sacchetto a terra. Rispettare scrupolosamente le modalità della raccolta differenziata – fanno sapere dal comune – servirà a mantenere pulito l’ambiente ed eviterà agli Utenti di incorrere in sanzioni.

Ma l’appello a nulla è valso e l’abbandono di sacchetti dell’immondizia continua.
I motivi? Non solo indolenza da parte dei soliti incivili, ma anche difficoltà a organizzare il tempo. C’è chi non riesce proprio a recarsi presso le oasi di conferimento rifiuti negli orari prestabiliti e per non fare tardi a lavoro o con la campanella della scuola pronta a suonare per i propri figli ecco che si lascia il sacchetto anche in strada, tanto arriverà di lì a poco un operatore ecologico a smantellare la piramide di rifiuti che si forma in strada. Un sistema contestato da molti cittadini con in testa la consigliera Di Scala che a più riprese ha suggerito di passare alla raccolta porta a porta.