SANITA’, LA DI SCALA ACCUSA: “ISCHIA E PROCIDA ZONE DISAGIATE? SOLO CHIACCHIERE!”


21

 

“Ischia e Procida zone sanitarie disagiate? Non c’è nulla, nessuna documentazione che ne attesti una procedura e, nonostante le fuorvianti rassicurazioni di qualche collega del Pd rese il 9 luglio scorso in commissione, allorché fu detto testualmente che ‘l’Asl Napoli 2 l’ha già fatta e la Regione l’ha già trasmessa’, non c’è niente, solo chiacchiere e propaganda”. Lo afferma la presidente della commissione Sburocratizzazione del Consiglio regionale della Campania, Maria Grazia Di Scala (FI) rinviando all’esito di una procedura di accesso agli atti presso le Asl Napoli 1 e 2 per sapere “se fossero state inviate le relative richieste agli organismi competenti al fine del riconoscimento di zona disagiata per le isole di Ischia, Capri e Procida”.

“Oggi, – spiega la presidente Di Scala – il direttore generale dell’Asl Napoli 2 ci scrive che già dal 2016, da commissario straordinario, aveva manifestato condivisione e disponibilità a dar seguito ad un eventuale percorso sul riconoscimento di Ischia e Procida quali zone disagiate senza poter dare tuttavia seguito ad alcuna richiesta per non sovrapporsi ad analoghe iniziative eventualmente intraprese da altri soggetti o enti che, dobbiamo constatare, al di là e al di fuori della commissione che presiedo, si sono distinti fino ad ora per l’assoluto disinteresse”. “Ne prendiamo atto”, conclude Di Scala.