SANT’ANNA E IL SUCCESSO DI PROCIDA, VALORIZZARE I GIOVANI

300

La vittoria della barca procidana alla 84^ edizione della festa a mare agli scogli di S. Anna a Ischia allestita dall’ associazione “L’Isola dei Misteri”, conquistando la giuria tecnica, gli addetti ai lavori, oltre il gradimento ineccepibile del pubblico presente, ci fa  ancora una volta riflettere sulle capacità realizzative, sulla creatività ideativa e scenografica e sulla superba messa in scena collegiale dei nostri ragazzi che con l’apporto determinante di tanti meno giovani e di tante donne, riescono ad imporsi in una tradizione artistica che non può avere paragoni nella vicina isola d’Ischia.

Chi ha seguito la festa di S. Anna nel corso degli anni sa che con la prima partecipazione dei procidani anche la realizzazione delle barche dei comuni dell’isola d’Ischia ha abbandonato una tradizionale staticità per arricchirsi di elementi coreografici ed allestimenti innovativi che hanno nel complesso elevato la qualità dello spettacolo offerto dalla festa stessa.

Come procidani avvertiamo la necessità di offrire sempre maggiori spazi di valorizzazione e di opportunità di espressione a questa bella realtà associativa isolana che va non solo salvaguardata ma implementata in quella che, in uno scenario futuro, veda la maestria e la bravura dei nostri giovani e non finalizzata a creare un progetto permanente valido di natura artistico-artigianale.

E’ dovere altresì della comunità sostenere la crescita dell’Associazione “L’Isola dei Misteri” non solo per la valenza turistico-culturale delle loro realizzazioni ma quanto palestra di attivismo e di solidarietà sociale nonchè di crescita sana e collettiva dei nostri giovani.

Gli amici dell’associazione “I LOVE PROCIDA” nel formulare i più autentici ringraziamenti non solo per la bella e meritata vittoria, ma soprattutto per l’impegno giornaliero di tanti giovani e meno giovani nella vita associativa, si ritengono disponibili per qualsiasi azione di promozione, di sostegno e di valorizzazione delle attività dell’associazione “L’Isola dei Misteri” di Procida.

Giuseppe Giaquinto