SCIOPERO GENERALE, SI TEMONO DISAGI ANCHE SULL’ISOLA


88

A causa dello sciopero generale proclamato dai sindacati di base e per l’agitazione nel trasporto aereo decisa anche delle sigle confederali, si teme il rischio caos nei trasporti e non solo nella giornata di oggi. Ad incrociare le braccia saranno innanzitutto i lavoratori aderenti all’Usb, che ha deciso di far sentire così la propria voce in occasione dell’8 marzo e delle molte manifestazioni contro la violenza sulle donne. Ad essere coinvolti saranno anche i comparti scuola e sanità. E in particolare sulla nostra isola potrebbero essere molti i docenti aderenti che di fatto pregiudicherebbero con la loro assenza il regolare svolgimento delle lezioni. Le agitazioni interesseranno gli uomini radar dell’Enav, gli assistenti di volo Alitalia, l’handling degli aeroporti romani, oltre al settore ferroviario. Trenitalia ha assicurato la regolarità delle Frecce e dei treni regionali nelle fasce orarie mattiniere e serali più frequentate dai pendolari.
A rischio anche il trasporto pubblico locale, con modalità diverse a seconda delle città, con lo stop di autobus, metro e taxi. Assicurate anche in questo caso quasi ovunque la fasce di garanzia.