SCUOLA, MARINELLA AGNESE SI DIMETTE DA CONSIGLIERA DEL CIRCOLO DIDATTICO ISCHIA 2

0

di Gennaro Savio*

Ritorna al centro del dibattito, all’interno del Consiglio del Circolo Didattico “Ischia 2”, la mancanza di democrazia di cui da sempre mi lamento. Stavolta, però, al contrario degli anni addietro, a lamentarmene non sono io, che da ben undici anni mi batto per la salvaguardia dei principi democratici più basilari, ma un Consigliere di circolo con cui proprio su queste tematiche, nel tempo, abbiamo avuto posizioni completamente diverse e confronti vivaci. Ma veniamo ai fatti. Martedì 5 novembre 2019, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio, il Presidente Giorgia Abbandonato ha letto ai presenti la lettera con cui Maria Agnese – per tutti Marinella – annunciava le sue dimissioni. Dimissioni amare, possiamo dire, in quanto le motivazioni che l’hanno indotta a lasciare il Consiglio, riguardano il disagio vissuto da Marinella nel dover svolgere il suo ruolo senza avere la giusta considerazione. “Io sottoscritta Agnese Maria – scrive Marinella -, membro di questo Consiglio sin dal 2012, ritengo che svolgere questo incarico senza la giusta considerazione e, di conseguenza, motivazione non sia ormai per me più dignitoso. E’ abbastanza evidente che il ruolo del rappresentante dei genitori, in seno a questo Consiglio, si riduca soltanto ad una sorta di ‘venire a conoscenza’ di decisioni già prese, che vengono esclusivamente ratificate dal Consiglio”. Dichiarazioni che non lasciano adito a dubbi e che Marinella spiega con esempi concreti ripercorrendo brevemente anche le tappe in cui per la prima volta nella storia del Consiglio di Circolo non si è eletto presidente il primo degli eletti, in quanto Gennaro Savio era considerato un elemento “scomodo” e dunque da tenere lontano dalla carica di massimo rappresentante del Circolo Didattico. “Mi riferisco nel concreto – spiega Marinella – per esempio, alla scelta dei vari Presidenti del Consiglio, membri della Giunta, membri del Comitato di Valutazione, ecc. che negli ultimi anni sono stati puntualmente “decisi a tavolino” per poi avere approvazione da uno scrutinio “ridicolmente” segreto. A tal proposito, chiedo pubblicamente scusa a Gennaro Savio, per avere contribuito, negli anni passati, con il mio voto pilotato, alla sua vergognosa non elezione alla Presidenza del Consiglio, nonostante avesse ricevuto la maggioranza assoluta dei voti dai genitori del Circolo”. Alle parole eloquenti e chiare di Maria Agnese penso ci sia poco da aggiungere e confermano che, seppur spesso solo ed isolato nelle mie scelte, le mie posizioni erano quelle giuste. Un’ultima cosa. Tra pochi mesi visto che Giorgia Abbandonato terminerà la sua esperienza di Presidente, dovrà essere eletto un nuovo Presidente che resterà in carica per un solo anno. E a questo punto mi chiedo. Almeno questa volta sarà rispettato il principio democratico che ad essere eletto sarà chi tra i consiglieri ha ottenuto più voti, così come ho preteso si facesse due anni fa essendo che Abbandonato era risultata la prima degli eletti? Oppure essendo Gennaro Savio “scomodo” alla dirigenza della scuola, si calpesteranno ancora una volta quei valori e quei principi democratici che sono alla base della nostra Costituzione? Staremo a vedere… Per la cronaca mi piace ricordare che personalmente sono sempre stato sinceramente rispettoso dei principi democratici. Sempre e non ad intermittenza o solo quando mi conveniva così come fanno altri. Ed è per questo che quando hanno ottenuto più voti degli altri, nel passato in Consiglio di Circolo mi sono battuto affinché venissero eletti Presidente Gigi Mollo, Ciro Cenatiempo e appena due anni fa la stessa Giorgia Abbandonato. Nonostante non ne condividessi affatto le posizioni e questo perché la volontà della maggioranza espressa dagli elettori, in questo caso i genitori del Circolo, deve essere rispettata SEMPRE.

  • Consigliere presso il Circolo Didattico “Ischia 2”