SCUOLA, NASCE AL MENNELLA L’INDIRIZZO TURISTICO SPORTIVO

54
Il corso “Turismo sportivo” è una sezione ad indirizzo sportivo nel rispetto degli obiettivi formativi del settore tecnico-turistico,  finalizzato alla formazione dei giovani interessati ai valori propri della cultura sportiva. Un percorso scolastico che mira a creare una figura di operatore turistico-sportivo, che possa inserirsi nei processi di erogazione dei servizi di promozione turistico-sportivo e che svolga attività relative all’accoglienza, informazione e promozione in base alle esigenze del cliente, proponendo attività di animazione sportiva e ricreativa.
A conclusione del percorso quinquennale, Il Diplomato Tecnico Turistico ha competenze specifiche nel comparto delle imprese, del settore turistico e competenze generali nel campo dei macro-fenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali.
Il tecnico turistico-sportivo oltre ad avere competenze specifiche nel comparto delle imprese e del settore turistico:
• elabora programmi d’azione, gestisce attività ricreative, culturali, aggregative e sportive;
• gestisce e amministra società sportive dilettantistiche;
•progetta e organizza servizi di svago, intrattenimento, divertimento e fruizione di diverse discipline sportive, di promozione di modalità di integrazione, socializzazione ed apprendimento;
• lavora in strutture sportive e del benessere (palestre, centri fitness, ecc.), di società sportive, di associazioni del tempo libero, di strutture turistiche (villaggi vacanze) e nelle pubbliche amministrazioni per l’organizzazione di eventi aperti al territorio.
“Saranno chiamati a collaborare con la scuola esperti locali e federali per parlare di ogni attività sportiva, studiarne le regole, conoscere ambiente, terminologia, gestione. Non solo calcio, pallacanestro, pallavolo, nuoto, ma anche atletica, ciclismo, arrampicata, arti marziali, voga, vela, snorkeling,  canoa, escursionismo. Una figura competente utile negli assessorati dei Comuni, nelle associazioni sportive, nelle federazioni, nelle palestre, nei tour operator e presso le agenzie di viaggio, negli alberghi e nei resort. Il piano di studi ovviamente ha tutte le materie del corso “turismo” con alcune varianti “sportive”. Ci sono più ore di educazione fisica e di scienze motorie; approfondimenti di anatomia e fisiologia e poi lo “sport” nelle leggi, l’economia, il management e marketing, la storia, il giornalismo, la terminologia in lingua straniera. Saranno affrontati temi come i rischi e i benefici della pratica sportiva agonistica, la tutela sanitaria, l’alimentazione ed il metabolismo e la lotta al doping. Poi una serie di corsi per formare figure tecniche relative all’animazione e all’arbitraggio, ma anche il cronometrista, l’allenatore calcio-futsal-pallavolo-basket e i primi soccorsi. Insomma nasce una  figura che mancava nel nostro territorio. Figura troppe volte improvvisata o sviluppata da autodidatta partendo dalle proprie passioni. Una figura richiesta dal nuovo turista che esige cultura e professionalità non solo nell’accoglienza, ma nella costruzione di un’Incoming di qualità. Una figura che formata al “Cristofaro Mennella”, istituto perno dell’isola d’Ischia, diventa un operatore a servizio di un’unica unità ambientale che in modo professionale offre al turista e allo sportivo cime e falesie, strade e sentieri, grotte e riserve naturali, parchi e musei. Uno specialista in grado di presentare natura, storia, cultura, tradizioni, sapori e saperi.”
La Dirigente dell’I.I.S. “C. Mennella” di Ischia
Giuseppina Di Guida