“SEMPRE PER LACCO AMENO”, IL PROGRAMMA: RIFIUTI E POLO MUSEALE

106

Prosegue il nostro “viaggio” nel programma elettorale della lista “Sempre per Lacco Ameno”, che candida alla carica di sindaco Domenico De Siano. Oggi i riflettori sono puntati su altre due tematiche decisamente importantiper la comunità lacchese, ossia raccolta rifiuti e polo museale.

RACCOLTA DEI RIFIUTI

Questa compagine è convinta che il problema dei rifiuti non si possa risolvere solo con l’impegno degli addetti ai lavori, ma anche e soprattutto con la collaborazione di tutti i cittadini. Punto di partenza sarà cambiare l’approccio amministrativo a questo settore: non è più possibile rispondere al continuo aumento dei costi di gestione del servizio con l’aumento della relativa tassa. Questo sistema è la negazione della politica. Bisogna, invece, riorganizzare e ottimizzare al fine di contenere le spese per i cittadini. Sarà riorganizzato il servizio al fine di meglio rispondere alle esigenze dei cittadini e degli operatori commerciali.

POLO MUSEALE

Il nostro immenso patrimonio archeologico deve essere posizionato, concretamente, in cima all’agenda politica. Bisogna prevedere azioni concrete volte a mettere in atto un cambiamento autentico del modo di fruire, tutelare e promuovere il patrimonio culturale del nostro Comune. È necessario, attraverso una autorevole interlocuzione con gli Enti preposti, arrivare finalmente alla riapertura del Museo e degli scavi di Santa Restituita, rendere fruibile il sito di Mazzola, creare un efficace sistema di collegamento con il Museo Archeologico di Pitchecusae e riprogrammare l’offerta turistico culturale di Lacco Ameno. Bisogna lavorare ad una progettualità che inglobi anche realtà site in terraferma e che individui percorsi funzionali via mare per collegare gli stessi. A questi dovranno seguire una serie di ulteriori interventi sul territorio per garantire una mobilità sostenibile ed efficace. Ripensare, attraverso una proficua interlocuzione e collaborazione con i diversi protagonisti istituzionali interessati, gli allestimenti e favorire una maggiore fruizione dei contenuti storico – archeologici delle collezioni esposte affinché il nostro patrimonio archeologico diventi ambasciatore dell’intero territorio isolano, luogo di identità culturale per la popolazione locale e comunicatore prestigioso verso il visitatore proveniente dall’esterno.

Bisogna rilanciare la struttura con mostre, convegni, enogastronomia, artigianato e spettacoli per trasformare Villa Arbusto nel principale centro culturale dell’isola, garantendo un offerta di intrattenimento multi stagionale: progetto mare d’inverno.