SERRARA, NUOVO PIANO RIFIUTI: E’ CAOS TRA VOLANTINO ED ORDINANZA

145

differenziataSERRARA FONTANA – E’ caos rifiuti nel Comune dell’Epomeo. Un’errata comunicazione tra volantino e ordinanza, in questi ultimi giorni, sta mandando in confusione la popolazione più alta dell’isola. Da inizio mese, infatti, è andato in vigore il nuovo piano di raccolta deciso dal Sindaco Rosario Caruso. Fontana, Serrara e Ciglio sono le frazione in cui è andata in funzione la raccolta porta a porta con il nuovo calendario dei conferimenti. Lunedì umido, martedì indifferenziato, mercoledì multi materiale, giovedì vetro e ingombranti, venerdì carta e cartone e sabato indifferenziato. Pile, batterie e farmaci devono essere gettati negli appositi contenitori dislocati nel territorio comunale. La gara d’appalto è stata vinta dalla società vesuviana GM Ambiente (che ha preso il posto della dichiarata fallita società La Torre) ed in Comune sono in distribuzione i sacchetti per la cittadinanza. Il nuovo programma, però, ha mandato in confusione la cittadinanza e, attraverso facebook, la popolazione ha chiesto chiarimenti al primo cittadino «Vorrei un chiarimento: ma è andato in vigore il nuovo piano di raccolta rifiuti e i nuovi orari o no? Oggi ho messo fuori il multi materiale, come segnato dai nuovi orari ma molta gente ha messo fuori l’indifferenziato. .inutile dire che mettendo fuori la spazzatura dalla sera a differenza di prima i cani stanno facendo festa», ha scritto una cittadina. Puntuale la risposta dal Sindaco che ha tenuto a precisare: «Stiamo registrando una serie di problemi con la nuova ordinanza che è sperimentale. Presto effettueremo dei correttivi per risolvere i problemi dei cittadini, come l’orario che è stato modificato, poiché le Ditte lamentano che su un tratto di strada ci devono passare più volte a causa di un conferimento continuo nelle ore mattutine. L’ordinanza – conclude l’ingegnere Caruso – prevede la raccolta porta a porta dove passa il furgone e di prossimità, ossia il sacchetto va depositato a ciglio strada, dove il mezzo non riesce a passare».

 

L.B.