SFOLLATI, IL COMUNE A SCHILARDI: “TRE MENSILITA’ DI CAS ANTICIPATE”

3

Ieri, dopo l’ennesima protesta degli sfollati davanti al Capricho, il Comune ha preparato una specifica richiesta al Commissario Schilardi, in quanto i terremotati sostengono di non avere la liquidità necessaria a fronteggiare le richieste di anticipo da parte dei proprietari di appartamenti nei quali dovranno trovare nuova sistemazione. Secondo il Comune, «sussiste un’oggettiva difficoltà da parte di un gruppo di persone che beneficiavano dell’assistenza alberghiera cessata come per legge il 18 maggio 2020 a far fronte alla richiesta da parte dei proprietari di immobili dell’anticipazione delle 3 mensilità come anticipazione di fitto». La missiva specifica che è «in itinere ed in fase di ultimazione la presentazione delle istanze per poter accedere al Contributo di Autonoma Sistemazione da parte degli ex ospiti delle strutture alberghiere. Per quanto sopra, si chiede che questa Struttura valuti la possibilità di erogare anticipatamente almeno n. 3 mensilità del suddetto contributo, secondo lo specifico diritto spettante ai richiedenti. Si provvederà a trasmettere quanto più celermente possibile le istruttorie dei nuclei familiari già alloggiati nelle strutture alberghiere che hanno fatto richiesta del Contributo di Autonoma sistemazione».