SISMA: ZONA ROSSA, I SINDACI CHIEDONO SPOSTAMENTO DEI PRESIDI MILITARI


28
La riduzione delle zone “rosse” nei Comuni di Casamicciola e Lacco Ameno ha indotto le amministrazioni a chiedere una rimodulazione dei presidi dell’Esercito. Com’è noto, la riapertura dell’ingresso di via Borbonica e la recente analoga operazione in corrispondenza di via Spezieria hanno permesso una riperimetrazione della zona rossa, consentendo accessi più agevoli agli edifici agibili situati nell’area, ma anche una maggiore facilità di circolazione veicolare. Per questo il sindaco di Casamicciola ha chiesto al Commissario all’emergenza, architetto Grimaldi, di riposizionare i presidi dell’Esercito, collocandoli a via D’Aloisio e a via Casamennella. A sua volta il Commissario ha inviato una nota al Prefetto e al Capo Dipartimento della Protezione Civile con le citate istanze dei Comuni, in modo tale da continuare a garantire la sicurezza nei punti di accesso alla zona rossa, ma anche di valutare un’eventuale riduzione del numero di militari, dove possibile.
SHARE