SPACCIO, VITTORIO MIGLIACCIO CONDANNATO A UN ANNO E QUATTRO MESI


92

È stato celebrato ieri il processo per direttissima nei confronti di Vittorio Migliaccio, la terza persona arrestata in poche ore dai Carabinieri, lo scorso venerdì mattina. Il ventinovenne fu bloccato dai militari sul porto di Casamicciola, con un arresto in flagranza di reato.

L’uomo era stato intercettato appena sceso da un traghetto che aveva ormeggiato sul porto della cittadina termale. Migliaccio era proveniente da Pozzuoli ed era stato trovato in possesso di un ingente quantitativo di hashish, consistente in 243 grammi di “fumo” fra l’altro già suddiviso in 57 stecche oltre al materiale necessario per il confezionamento delle dosi. Condotto in caserma, al termine delle formalità di rito era stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del processo per direttissima svoltosi ieri mattina dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Napoli.

L’imputato ha patteggiato una pena pari a un anno e quattro mesi di reclusione, oltre a duemila euro di multa.