STANGATA ISCHIA: MAXI SQUALIFICHE PER BUONOCORE, CIBELLI E TAGLIALATELA

57

Pesanti squalifiche per l’Ischia Calcio. Il Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare, ha chiuso il procedimento riguardante mister Enrico Buonocore, il presidente Pino Taglialatela e la società per i fatti accaduti al triplice fischio della gara casalinga giocata contro il Napoli United lo scorso aprile.

Mazzata agli isolani con l’allenatore squalificato per otto mesi e punito con una multa di 6mila euro per aver “sostato all’interno del recinto di giuoco e in prossimità del terreno di gioco, eludendo il provvedimento di squalifica impartiva disposizioni tecnico- tattiche alla sua squadra” e per “aver tentato di aggredire e proferito al Sovraintendente della Polizia di Stato addetto alla Polizia Scientifica di Ischia ed in occasione della gara addetto alle riprese per l’ufficio espressioni intimidatorie offensive, minacciose e oltraggiose”.

Inibizione di tre mesi e dieci giorni per l’ex portiere del Napoli per aver “consentito l’accesso nel recinto di giuoco e il transito fino agli spogliatoi ad un suo ospite non tesserato che aveva assistito alla gara dalla tribuna in sua compagnia, il quale, mentre si trovava in prossimità dello spogliatoio degli arbitri scostava il braccio dell’Ispettore di Polizia allo scopo di accedere all’area riservata agli atleti e gli rivolgeva espressioni intimidatorie”. Ammenda di 2mila euro al club, mentre l’ex calciatore gialloblù Giò Cibelli è stato squalificato per sette mesi