STRISCE BLU E TELECAMERE, AD ISCHIA INAUGURATA LA NUOVA ERA


713

Un servizio da ritenersi ancora in via sperimentale a far data dal 10 agosto e per il termine di giorni 45, ma attenzione: non significa che – in caso di funzionamento dei macchinari – gli automobilisti indisciplinati non possano essere puniti lo stesso. Ieri ad Ischia non è ufficialmente cominciata soltanto la nuova era delle strisce blu sotto l’egida della Publiparking, ma anche quella del controllo delle zone a traffico limitato col sistema della videosorveglianza. Insomma, addio vigili urbani davanti ai varchi (ma a questo eravamo abituati da tempo) e pian piano anche agli anacronistici dissuasori, che tanti problemi avevano creato nel corso degli anni. Nel corso della giornata di ieri, parallelamente alla pubblicazione dell’ordinanza del Comandante Giovan Giuseppe Pugliese, vigili e addetti hanno effettuato numerose prove “sul campo”, tramite il passaggio di vetture in corrispondenza degli apparati di videosorveglianza per verificare l’effettivo funzionamento delle telecamere, che si stagliano in cima ai pali unitamente ai  display digitali indicanti l’ora esatta, in corrispondenza della zona del platano presso Portosalvo, così come all’esterno del palazzo municipale di via Iasolino per vigilare sulla zona a traffico limitato della Riva Destra. Le apparecchiature campeggiano anche all’angolo Scaglione, dove si accede a via delle Terme e dunque via Roma e Corso Vittoria Colonna,  a Piazza degli Eroi per impedire l’invasione “di campo” nell’area di via Edgardo Cortese, ma anche all’altezza di Piazzetta dei Pini per evitare che chi arriva dalla Mandra possa spingersi nella stessa Piazzetta contromano, nonostante il divieto di accesso. Un’altra telecamera è piazzata ovviamente anche all’ingresso di Ischia Ponte e a via Giambattista Vico.

SHARE