TRUFFA AGGRAVATA, MARITO E MOGLIE AL CENTRO DELL’INTRIGO EROTICO ON LINE


33

Surreale: è uno dei pochi aggettivi per definire una vicenda che vede coinvolti anche due isolani. Lui e lei, marito e moglie, una terza persona, addirittura la troupe televisiva di un noto programma televisivo che sbarca ad Ischia con l’intenzione di smascherare quella che ha tutti i crismi di una vera e propria truffa. E infine l’intervento delle forze dell’ordine, che forse avrebbero dovuto essere interpellate prima ed in sostituzione delle telecamere che certo non servono per fare giustizia ma hanno altre finalità. E’ la sintesi una storia dai contenuti decisamente poco chiari, sui quali non a caso nella serata di ieri ancora stavano facendo luce gli agenti del commissariato di polizia di Ischia, guidati dal vicequestore Alberto Mannelli. Alle prese con due persone, e ci riferiamo proprio alla coppia di coniugi, che almeno fino alla prima serata di ieri si erano posti in uno stato di irreperibilità. I poliziotti sono sulle loro tracce, per adesso si profila soltanto la denuncia in stato di libertà all’autorità giudiziaria ma nulla vieta e impedisce che supplementi di indagine possano notevolmente aggravare la loro posizione.

Gli eventi, di una storia che però va avanti da un bel pezzo, hanno trovato il loro epilogo – si fa per dire –  nel primo pomeriggio di ieri. E’ successo che di fatto una donna originaria di Sanremo ha bussato alla porta di casa dove risiedono dei coniugi. Il resto è stato una conclusione scontata: entrambi hanno capito chi si trovavano di fronte, hanno visto le telecamere e compreso che tirava ancor più una brutta aria e così vista la “malaparata” hanno ben pensato di dileguarsi. Non prima però di aver avuto qualche problema con la troupe de Le Iene, che era sbarcata sull’isola capitanata da Nina Palmieri, che notoriamente quando cingono d’assedio qualcuno difficilmente lo fanno allontanare senza andare via. I problemi di cui sopra devono essere stati notevoli o almeno non sono passati inosservati a qualche testimone che ha richiesto l’intervento della polizia. Il risultato è che sono finiti tutti in commissariato: già negli uffici di via delle Terme si sono ritrovati la giornalista e la misteriosa signora ligure.

Inizialmente si era pensato al fatto che quest’ultima volesse farla pagare all’uomo che evidentemente l’aveva corteggiata sul web senza rivelargli di essere coniugato ma questa pista è caduta davvero in men che non si dica. Secondo le scarne indiscrezioni trapelate nel tardo pomeriggio di ieri, marito e moglie erano d’accordo nel perpetrare una non meglio precisata truffa a carico della sanremese. Lei, per un certo periodo, aveva creduto di chattare sul web con un bello e giovane ragazzo e in questo periodo ci sarebbe stato anche lo scambio di filmati a sfondo pornografico e cose del genere. Insomma, un vero e proprio intrigo all’insegna dell’erotismo, cose che nel mondo virtuale ultimamente si verificano con sempre maggior costanza ma che sovente si vestono di qualche “variazione al tema” piuttosto pericolosa. E non a caso il gioco proprio nel caso di specie si sarebbe fatto pesante ed evidentemente la coppia avrebbe pensato di raggirare in qualche modo la controparte. Lei, di rimando, non è dato sapere come, ha compreso che dall’altra parte del pc c’era un’altra persona e a quel punto ha preferito esporlo al pubblico ludibrio attraverso la televisione ed un format diffuso e seguito come quello in onda sulle reti Mediaset. E proprio su questo punto gli uomini guidati dal dott. Mannelli stanno cercando di fare luce. Alla donna che è giunta da Sanremo fino ad Ischia è stato chiesto per quale motivo non si sia rivolta in prima battuta alla polizia decidendo di percorrere altre strade e francamente la risposta non sarebbe stata delle più soddisfacenti, o meglio non ci sarebbe proprio stata.  E allora tutto resta avvolto – almeno per adesso – parzialmente nel mistero, senza dimenticare un punto di partenza: loro, marito e moglie, dovrebbero come detto essere denunciati per il reato di truffa aggravata e quindi si sono macchiati di una colpa non proprio di poco conto. Lui, poi, dovrà rispondere anche di sostituzione di persona, giusto per rendere il quadro più intricato e intrigante. Adesso servirà mettere a posto qualche intricato tassello di questo mosaico, che racconta una vicenda sulla quale vige ancora parecchio riserbo ma che in ogni caso solo in parte conserva ancora i contorni del giallo. Nella giornata odierna, senza dubbio, ne sapremo di più.