TURISMO, CHE NUMERI A ISCHIA: 70.000 PASSEGGERI IN TRANSITO NEL WEEKEND

2

Nel fine settimana appena trascorso, la Guardia Costiera di Ischia, sotto il coordinamento della Direzione Marittima della Campania, all’interno del dispositivo nazionale inerente l’operazione “Mare sicuro 2022” del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera ha eseguito una costante attività di controllo e pattugliamento in mare impiegando le motovedette cp sar 807 e il battello pneumatico b71.

L’ultimo fine settimana di luglio conferma il trend di arrivi e partenze, in particolare, nelle giornate da venerdì a domenica sono transitati nei porti di Ischia, Casamicciola e Forio circa 70.000 passeggeri, ovvero circa 40.000 in arrivo e 30.000 in partenza, e un totale di circa 6.500 veicoli. Al fine di garantire la sicurezza portuale e degli approdi sono state predisposte varie pattuglie terrestri. In particolare, nel porto di Ischia il nuovo dispositivo di viabilità, predisposto in collaborazione con il Comune di Ischia e la Polizia municipale, ha già dato le prime indicazioni positive permettendo di ridurre il traffico veicolare e aumentando le aree di attesa per i passeggeri.

Continua l’operazione di pattugliamento e monitoraggio delle acque del Circondario marittimo di Ischia e dell’Area marina protetta del Regno di Nettuno. Tale attività eseguita con le motovedette cp sar 807 e il battello pneumatico b71 è rivolta al controllo della sicurezza della navigazione e della balneazione, all’interno del dispositivo nazionale di mare sicuro e sotto il coordinamento regionale della Direzione marittima della Campania, con particolare attenzione al rispetto dei limiti di navigazione inerenti la distanza dalla costa e alla corretta tenuta a bordo di tutte le dotazioni di sicurezza e della documentazione inerente la navigazione. Nell’ultima settimana per violazioni di tale materia sono state elevate diverse sanzioni amministrative.

Da segnalare, inoltre, nella spiaggia della baia di san montano, la nascita 76 tartarughe “caretta caretta”, dove il personale della Guardia Costiera e dell’Area marina protetta del Regno di Nettuno ha avviato la rete di monitoraggio che ha previsto la delimitazione dell’area e tutte le operazioni di controllo e messa in sicurezza del nido. Le attività di monitoraggio del nido continueranno anche nei prossimi giorni.

Si ricorda che in caso di emergenza in mare è possibile chiamare il numero 1530, dove risponderà la centrale operativa della Guardia Costiera.