TURISMO, LUCA D’AMBRA (FEDERALBERGHI): “NUOVA ROAD MAP CONDIVISA DA TUTTI”


50

Luca D’Ambra, neo presidente di Federalberghi Ischia, in una intervista rilasciata oggi a Il Golfo, va subito dritto al nocciolo della questione: “Abbiamo bisogno di una road map, una visione, un piano che sia condiviso da tutti. Perché a Ischia si fanno tante cose ma poco coordinate. Imprenditoria, istituzioni, associazionismo e finalmente anche le scuole. Ritengo sia necessario condividere i punti sui quali lavorare e capire cosa si sta già facendo. Riguardo ad alcune questione capitali per il territorio, penso ad esempio al sistema dei trasporti e del traffico, mi trovo davanti ad amministrazioni ciascuna delle quali ha un progetto nel cassetto. Ma se questo progetto non è condiviso, non possiamo esserne partecipi. Analogo discorso per la promozione turistica: dobbiamo condividere tutti un design dell’isola, unico brand. Tanto per cominciare partiamo da un sito unico, istituzionale, non commerciale, informativo, riconosciuto da tutti i comuni, da tutte le associazioni dove è possibile inserire eventi e iniziative che formino un unico un calendario ufficiale di appuntamenti. Un contenitore che possa abbracciare un grande ufficio stampa dell’isola d’Ischia. Più in generale, sono per una corporate identity, un’immagine coordinata. Comunicare la propria unicità”. E sulla stagione appena iniziata, dice: “Siamo reduci da annate complicate, con cali da un punto di vista delle presenze, ma soprattutto da un punto di vista della qualità. Difficile fare previsioni, manchiamo di un sistema di raccolta dati affidabile, sia in termini di occupancy che di average rate. Per la prossima Pasqua le aspettative sono varie: abbiamo strutture virtuose, che negli anni hanno saputo investire e stare sul mercato e che già dai prossimi giorni registreranno occupazione; per altre, magari svantaggiate dalla location, sarà più difficile ingranare. Non mi sento di fare previsioni a lungo termine, spero che la Pasqua dia segnali positivi per i quali bisogna aspettare ancora qualche giorno: il turista prenota ormai sotto data”.