“UNA VITA PER IL COMUNISMO”, DOMENICA A FORIO LA PRESENTAZIONE DEI PRIMI DUE VOLUMI

7

Ai comunisti, alla gioventù comunista, agli intellettuali d’avanguardia, ai lavoratori occupati, disoccupati e pensionati, alla gioventù studentesca progressista, democratica e antifascista e a quanti hanno avuto la possibilità di conoscere la straordinaria attività politica, sindacale, sociale e istituzionale di Domenico Savio, che rappresenta uno straordinario esempio di dedizione alla crescita civile e umanitaria della società a livello locale, nazionale e internazionale. Tanto è che gode di larga stima popolare e gli stessi avversari politici gli riconoscono i valori della coerenza e dell’onestà intellettuale.

I suoi principi fondamentali sono l’Uguaglianza, la Fratellanza, l’Altruismo e il Mutuo Soccorso di tutte le donne e gli uomini dinanzi all’ordinamento sociale nel quale vivono, alle molteplici possibilità di vita e alle risorse che la Natura mette loro a disposizione, sino a credere fermamente nell’organizzazione sociale prima del socialismo e poi del comunismo. Uno dei suoi motti ispirati all’Uguaglianza e contro i privilegi è: “I problemi esistenziali di ogni individuo devono trovare soluzione nell’ambito della soluzione dei problemi dell’intera comunità di appartenenza, senza preferenze né discriminazioni”.

Riteniamo che la lunga attività politica e sociale di Domenico Savio – 67 anni rispetto ai suoi attuali 80 anni, che compirà proprio il 16 febbraio 2020, giorno della presentazione dei suoi primi due volumi, contenenti memorabili battaglie ideologiche, politiche e culturali a difesa del progresso sociale e dei più deboli socialmente – abbia comunque apportano un contributo, che lui considera estremamente modesto,  al travagliato cammino della crescita civile della società umana e che tale dedizione al bene comune costituisca memoria storica da ricordare e tramandare alle future generazioni, al pari di tantissimi altri preziosi contributi esistenziali che abbiamo avuto, abbiamo e avremo, la fortuna di conoscere, divulgare e trasmettere ai discendenti.

Domenico Savio, oltre che organizzatore di indimenticabili battaglie sociali, dirigente politico e predicatore dei principi nei quali crede, è stato anche un attivissimo giornalista dal 1972 ad oggi, cioè da quando ebbe l’onore di collaborare con l’ancora glorioso quotidiano del Partito Comunista Italiano, l’Unità, fondato da Antonio Gramsci il 12 febbraio 1924. I suoi scritti politici e sociali sino al 2000 sono stati prevalentemente pubblicati su Il Settimanale d’Ischia e i periodici comunisti  l’Uguaglianza economica e sociale e Comunismo, mentre quelli dal 2000 al 2019 non risultavano ancora ordinati e rilegati.

Così il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, di cui Domenico Savio è stato il fondatore e Segretario generale sin dalla fondazione, con uno sforzo economico straordinario per le sue misere disponibilità economiche ha programmato di pubblicare una raccolta parziale degli scritti politici, culturali e sociali del suo Dirigente, relativi proprio al periodo 2000-2019. L’Opera è stata programmata, per adesso, in quattro volumi di circa 500 pagine ognuno, formato cm. 17 X 24. L’anteprima della presentazione al pubblico dei primi due volumi avverrà domenica 16 febbraio 2020 alle ore 10,30 nella Sede nazionale del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, ubicata a Forio (Città Metropolitana di Napoli) in via Provinciale Panza n. 37, più esattamente sulla Tangenziale esterna di Monterone. Sarà presente l’Autore.

I comunisti, la gioventù comunista, gli intellettuali d’avanguardia, i colleghi giornalisti, la classe operaia occupata, disoccupata e pensionata, la gioventù studentesca progressista e tutte le forze democratiche e antifasciste sono invitate a partecipare. Per la difesa dei principi democratici della Costituzione repubblicana e antifascista italiana non è ammessa la sola presenza di persone, partiti, movimenti e associazioni dalla cultura politica e sociale della destra neofascista, identitaria, qualunquista, razzista, populista e reazionaria.

I due volumi possono essere richiesti all’Ufficio Stampa e Propaganda del P.C.I.M-L., all’indirizzo sopra riportato, telefono e fax 081.5071111, col versamento di un contributo partecipativo al Partito di €.20,00 per ognuno, a fronte del quale sarà rilasciata regolare ricevuta.