VACCINARE LE ISOLE, L’APPELLO DI DEL DEO AL COMMISSARIO ARCURI

39

Isole covid free in vista della stagione turistica, per salvare il 2021 dopo che lo scorso anno ci si è ridotti ad appena un paio di mesi di lavoro. Per questo motivo, nella sua qualità di presidente dell’ANCIM, il sindaco di Forio Francesco Del Deo ha indirizzato una nota al commissario Domenico Arcuri chiedendo una corsia preferenziale per la vaccinazione sulle isole. Ecco il testo della missiva:

Le rappresento la necessità che, nel nuovo piano vaccini, venga conteggiata – per gli abitanti delle Isole minori – una quantità maggiore rispetto ai residenti abituali perché nei mesi primavera estate la popolazione insulare si incrementa notevolmente per effetto del flusso turistico. Le Isole dovranno essere in grado di effettuare la prima dose o il richiamo per le persone che si trovano a soggiornare temporaneamente sull’isola», scrive Del Deo. Ed ancora: «E’ appena il caso di ricordare che la sanità è un servizio nazionale e garantirne la fruizione ovunque, anche nelle piccole Isole, significa tutelare il turismo che, come è noto, nelle isole è stato – nella presente stagione – fortemente penalizzato dalla pandemia e dal fatto che esso ha un periodo di fruizione molto ridotto nel tempo. Prevedere – da ora – e risolvere questo problema significa non continuare a penalizzare uno sviluppo notevolmente compromesso ed anche contribuire a risolvere il problema delle strutture e delle persone che devono effettuare le vaccinazioni. La decentralizzazione, oltre che andare incontro alle esigenze dei cittadini, darebbe anche un contributo all’accelerazione della somministrazione dei vaccini». E poi la proposta: «La soluzione, per semplificare il conteggio delle somministrazioni in più nelle piccole Isole, potrebbe essere quella che il turista, appena arrivato nell’Isola, si rechi nella struttura sanitaria con la certificazione della prenotazione fatta nella sua residenza in modo che possa essere presa in carico per la somministrazione del vaccino e contemporaneamente sia cancellato dalla lista di residenza. Al momento della prenotazione, nella ASL di residenza, il cittadino potrebbe già comunicare che in quel periodo sarà nell’Isola x in modo da non gravare tra le liste di residenza abituale. Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento»