CALCIO, COLPO DA “10” PER IL REAL FORIO: ARRIVA MARIO SOGLIUZZO

1

Un colpo da…10 in pagella per il Real Forio 2014!

Il club biancoverde comunica di essersi assicurato il diritto alle prestazioni sportive di Mario Sogliuzzo, centrocampista di gran qualità ed esperienza.

Nato ad Ischia, nel maggio del 1992, Mario Sogliuzzo è un centrocampista dai piedi buoni, dalla gran capacità realizzativa, e, dulcin in fundo, dalla gran duttilità tattica. Mario, infatti, è in grado di ricoprire più ruoli sulla linea mediana: nel corso della sua lunga esperienza si è fatto apprezzare, in particolar modo, operando davanti alla difesa oppure alle spalle degli attaccanti, da numero dieci puro.

Giocatore raffinato con il vizio del gol, è riuscito nell’arco di una unica stagione (2016-17) a siglare 18 reti in 28 partite. Era l’anno trionfale del Barano targato “Billone” Monti, che, in bianconero, valorizzò al massimo le capacità realizzative del neo giocatore biancoverde. I due si sono ritrovati più volte anche in gialloblù, ed anche l’ultima esperienza è stata trionfale: il duo Monti – Sogliuzzo ha trascinato dapprima l’Ischia in Eccellenza vincendo la temibile resistenza del Pianura in Promozione (2019-20), poi sfiorando, l’anno dopo, la Serie D, sogno sfumato soltanto nella nota finale play off ad opera della Mariglianese. L’esordio di Mario nel mondo dei grandi è, però, legato ad un’altra grande bandiera del calcio isolano: Franco Impagliazzo. “Taratà” diede fiducia ad un giovanissimo Sogliuzzo nella stagione 2008-09, permettendogli di  esordire in Serie D nella parte conclusiva di Ischia – Gelbison ( gara finita 2 – 0 per i gialloblù). All’Ischia Sogliuzzo è restato fino al 2011, anno in cui si trasferisce al Montichiari. E’, questa, la prima esperienza lontano dall’isola per il neo biancoverde che giocherà, nel corso degli anni, anche con Sorrento, Portici (breve esperienza in Serie D) e Melfi.

Sogliuzzo. Nel sabato pomeriggio la quiete del “Calise” è spazzata via dall’arrivo di Sogliuzzo, sulla sua vespa color rosa. Raggiante, il volto nuovo Real Forio racconta cosa l’ha convinto a sposare il progetto biancoverde: “Ho scelto Forio perché è una piazza importante, che mi ha sempre affascinato. E poi qui, all’ombra del Torrione, ritrovo mister Monti, con il quale ho condiviso alcuni tra i momenti più belli ed importanti della mia carriera. Non nascondo che ha avuto il suo peso anche il calore della tifoseria. Ritengo che senza tifosi, il calcio non abbia motivo di esistere e mi auguro che anche quest’anno i supporters del Real Forio ci sosterranno con il calore e la passione consueta. Che stagione mi aspetto? Senza dubbio importante. Mi auguro di lottare per obiettivi di prestigio, perché, quando si lotta per vincere, si vivono emozioni uniche ed è semplice creare entusiasmo”.

Benvenuto a Forio, Mario!