CON L’ACQUASCOOTER TRA I BAGNANTI, IN DUE FERMATI DALLA CAPITANERIA

116

PROCIDA – Un Acquascooter ad alta velocità nelle aree destinate alla balneazione, è stato fermato dalla Guardia Costiera di Procida mentre era intento a sfrecciare nelle acque dell’isola, tra Punta Monaci e punta Pioppeto. Il mezzo è stato avvistato proprio dalla struttura della Capitaneria di Porto, mentre, sprezzante delle norme sulla sicurezza della navigazione, eseguiva manovre evolutive ad alta velocità nelle aree riservate ai bagnanti, in prossimità della spiaggia sita località Le Grotte.

I due diportisti a bordo dell’acquascooter, due giovani maggiorenni di Bacoli, sono stati fermati dai militari della Guardia Costiera, a bordo del battello pneumatico in dotazione, e successivamente accompagnati presso la sede della Capitaneria di Porto per l’identificazione e la verbalizzazione per aver contravvenuto alle norme che regolano la sicurezza della navigazione. In particolare, per aver navigato sotto costa e per non essere in possesso delle previste dotazioni individuali di sicurezza. Non è il primo caso sull’isola di Procida in questi giorni, già nello scorso weekend due acquascooter sono stati verbalizzati per le medesime motivazioni. L’attività in parola rientra a pieno titolo nell’operazione Mare Sicuro 2016, disposta dal Comando delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera su tutto il territorio nazionale, con controlli che vertono sulla sicurezza della navigazione e della balneazione, nonché in materia demaniale e ambientale.